Il Dialogo Interno

Written by leggeattrazione on 19 novembre 2007 – 10:54

Durante tutto il corso delle nostre giornate parliamo costantemente a noi stessi. No, non
sto parlando del dialogo interno a proposito dei vari compiti e impegni giornalieri . Certo,
anche quella è una forma di dialogo ,ma vorrei concentrare l’attenzione su tutte quelle cose
che diciamo a noi stessi regolarmente,e,cosa ancora più importante sul tono che usiamo per
dirle.
Per esempio quando commettiamo un errore,ci rimproveriamo rabbiosamente? Ci buttiamo giù o
usiamo nei nostri confronti degli appellativi irripetibili? Se incontriamo delle difficoltà
nell’apportare cambiamenti postivi alle nostre esistenze ci consideriamo degli esseri
inutili,senza nessun valore e concludiamo che non saremo mai capaci di combinare nulla nella
vita?
Un dialogo interno negativo può apportare dei danni incredibili all’autostima di una
persona,specialmente se si tratta di una abitudine consolidata e reiterata nel tempo. Se,
infatti, continuiamo imperterriti a dirci cose negative ,alla fine finiremo sicuramente per
crederci!
Spesso questi messaggi negativi trovano la loro origine in affermazioni fatte dagli adulti
quando eravamo ancora bambini. Potrebbero aver detto qualcosa di negativo su di noi nel
momento in cui abbiamo combinato qualcosa che li ha fatti arrabbiare, o forse era
un’abitudine quella di dirci cose poco gentili anche quando non ce lo meritavamo.
Sicuramente sono state delle esperienze dolorose,ma è molto peggio se continuiamo a
ripeterci quegli stessi messaggi negativi durante il resto della nostra vita!
La buona notizia è che è possibile cambiare il dialogo interno quando vogliamo. E’ solo
necessario acquisire consapevolezza del tono con cui ci rivolgiamo a noi stessi e
rimpiazzare ogni messaggio negativo con uno più incoraggiante.
Ecco alcuni passi da compiere per cominciare:
1) Acquisire consapevolezza del proprio dialogo interno . Per almeno sette giorni
prendiamo nota su un quaderno da portare sempre con noi di tutto quello che ci
diciamo,possibilmente dividendo il foglio in due colonne e utilizzando per ora solo quella
di sinistra.Scriviamo proprio esattamente le parole che usiamo parlando con noi stessi.
Sicuramente richiede un po’ di pratica,visto che spesso parlare a noi stessi in modo
negativo è una abitudine a cui non facciamo più nemmeno caso,ma è importante imparare ad
ascoltare la voce interiore,in modo da poterla cambiare.
2) Sostituire i pensieri negativi con affermazioni positive . Una volta imparato
ad ascoltarci,quando notiamo che ci stiamo dicendo qualcosa di brutto del tipo “sei un buono
a nulla,non riuscirai mai a combinare niente di buono” ,fermiamoci e cambiamo la
frase,naturalmente con una più positiva. All’inizio può essere di grande aiuto scrivere il
tutto su un quaderno, quello su cui abbiamo annotato il nostro dialogo interno
quotidiano.Utilizziamo quindi la colonna destra che avevamo lasciato in bianco per scrivere
accanto ad ogni frase negativa l’esatto contrario,sicuramente più stimolante e incoraggiante
per noi. Con un po’ di pratica rimpiazzare le affermazioni negative,diventerà presto una
abitudine automatica.

Una avvertenza:secondo la mia esperienza personale,anche se a prima vista sembrano esercizi semplicissimi,specialmente all’inizio richiedono un certo
sforzo,in quanto non siamo abituati ad ascoltarci e nel momento in cui cerchiamo di cambiare
le nostre convinzioni sicuramente incontreremo qualche resistenza da parte del nostro
inconscio;ma teniamo duro,non scoraggiamoci perchè alla fine,tutti gli sforzi saranno ripagati nella forma di una
autostima più forte e solida e una maggiore fiducia in noi stessie e nelle nostre
capacità,che sono poi le condizioni ideali per emanare vibrazioni postive nell’Universo e
attivare il processo creativo in modo da apportare cambiamenti positivi nella nostra vita.


Posted in autostima, dialogo interno | 1 Comment »