Chiedi e ti sarà dato.” È una grande verità, su questo non c’è dubbio. Ma quando si tratta di aiutarti ad ottenere il tipo di vita che hai sempre desiderato, può essere fuorviante o comunque un’affermazione incompleta. Può essere intesa,infatti, nel senso che il processo di manifestazione dei propri desideri si componga di due fasi, mentre in realtà le fasi sono tre:

  • Chiedere – spesso,senza nemmeno bisogno di chiedere, il solo volere fortemente qualcosa viene recepito dalle forze universali come una richiesta o come un ordine;
  • Il desiderio è così “garantito” – non c’è bisogno che tu faccia nulla perchè quello che hai chiesto accada, in quanto la realizzazione del tuo desiderio è una conseguenza automatica del passo precedente;
  • Permettere al desiderio di manifestarsi nel mondo fisico o rifiutarlo – come un regalo, puoi accettarlo o rifiutarlo.

Il motivo,quindi, per il quale apparentemente alcuni dei nostri desideri non si realizzano è la resistenza che ognuno di noi oppone a ricevere quello che abbiamo chiesto.

Ogni volta che hai desiderato qualsiasi cosa e dopo qualche tempo hai cominciato a notare come questo non si fosse ancora realizzato non hai fatto altro che respingerne la manifestazione nella tua realtà. Porre l’attenzione, per esempio, sul fatto che ti mancano risorse per mettere in atto quello che vuoi, crea questa mancanza. Non solo fai si che le risorse di cui hai bisogno continuino a scarseggiare, ma provochi ulteriore scarsità.

Quello che hai chiesto all’Universo è già tuo, nell’istante in cui lo hai desiderato. Ma il tuo compito non finisce qui. Fissandoti su un desiderio già trasmesso all’Universo, su qualcosa già fortemente voluto, in realtà focalizzi l’attenzione sul fatto che ancora non l’hai ottenuto.

Ti autosaboti esattamente come fai quando non ti senti soddisfatto del tuo stato attuale e fai dipendere la tua felicità dall’avveramento di quello che desideri, impaziente e ansioso della sua realizzazione, magari invidioso di altri che hanno già quello che tu vuoi.

Quello che invece devi fare è avere fiducia che la tua richiesta/desiderio/ordine è stato ricevuto dall’Universo e il tuo unico compito adesso è prepararti per riceverlo nella tua realtà. Come fare? Facendo in modo che il tuo intero essere sia allineato dal punto di vista vibrazionale con l’ottenimento di quello che vuoi.

Immagina di aver ordinate un articolo molto costoso da qualcuno. Una volta che l’ordine è stato completato tutto quello che devi fare è aspettare che l’ordine arrivi a destinazione giusto? Ma e se tu avessi dato al negozio l’indirizzo sbagliato? O se tu avessi dato quello giusto, ma tu non fossi a casa quando il pacco arriva; non hai chiesto a nessuno di essere a casa per ricevere la consegna del pacco; non hai fornito al corriere un indirizzo alternativo o un recapito dove poterti contattare. Magari ti sei trasferito e nella confusione del trasloco ti sei dimenticato di quell’ordine. O addirittura hai cambiato idea e non vuoi più quell’oggetto rifiutando il pacco nel momento in cui te lo consegnano.

Nessuna di queste situazioni cambia il fatto che quello che avevi a suo tempo chiesto ti sia stato dato; l’unico cambiamento ha riguardato la tua capacità di riceverlo. Lo stesso accade con la manifestazione dei tuoi desideri. Quest’ultimo passo così spesso dimenticato consiste fondamentalmente nel porsi nello stato d’animo e nel provare le sensazioni legate al fatto di sapere con assoluta certezza che quello che hai chiesto è già sulla sua strada verso di te.

Chiedi e ti sarà dato; sperimenta ogni giorno il piacere di avere già quello che hai richiesto e presto entrerà a far parte della tua realtà.

One Response to “Permettere: il passo finale troppo spesso dimenticato”

  1. By Andrea on feb 18, 2015

    Grazie per questo post!
    Ho appena approdato a questo sito con alcune chiavi di ricerca… wow e sfogliando gli articoli ho trovato questo!
    Ne ho letti alcuni altri … e proprio questo, in tema con l’arte del Permettere, credo può essere applicato benissimo anche con il dialogo dei sogni! Giusto? Infatti quando parliamo di qualcosa che è già accaduto in passato, la stiamo anche attivando, con la fiducia che si tratta di qualcosa di reale e quindi … con molta probabilità, potrà accadere nuovamente!
    Se ad attrarre per esempio è la relazione dei nostri sogni, e magari ancora la persona che c’interessa in quel momento è impegnata… possiamo svolgere il dialogo dei sogni immaginando che questa persona risponda alle nostre visualizzazioni… Da provare!
    Andrea
    P.s.: posso manifestare i capcha accessibili ai non vedenti in questo blog? Funzionerà in questo caso l’arte del permettere? ;) Intanto provo a compilarli con Webvisum per Firefox

Leave a Reply

*